Quando ero piccolo non mi piacevano le cozze, mi facevano senso quei molluschi mollicci, la svolta è arrivata verso i vent’anni grazie ad una mia zia che è riuscita a farmele assaggiare gratinate, poi la passione per la cucina mi ha portato a cucinarle e mangiarle in tutti i modi, anche crude con limone ma giusto una due ogni tanto non ne vado matto anche perchè è un po pericoloso, per me la morte perfetta delle cozze è affogate in un bel sughetto di pomodoro che è sinonimo di scarpetta, di seguito la ricetta e qualche consiglio per un risultato eccellente

INGREDIENTIcozza_2

-2Kg di cozze
-4-5 pomodori freschi o pelati
-1lt passata di pomodoro
-2 cucchiai Olio Extra Vergine
-2 spicchi d’aglio
-Prezzemolo fresco tritato QB
-Pane a fette possibilmente civraxiu abbrustolito

PROCEDIMENTO

-Lavare bene le coPane_Abbzze e eliminare la “barbetta”,
-Mettete in una pentola o padella larga e alta un cucchiaio di olio EVO, uno spicchio di aglio e un po di prezzomolo tritato, scaldate e mettete dentro le cozze poi coprite col coperchio fino all’apertura delle cozze e mettetele da parte in un contenitore, mi raccomando eliminate quelle rimaste chiuse, poi recuperate l’acqua rimasta nella pentola filtrandola con un colino
-Pulite la pentola da eventuali residui di sabbia e versateci l’altro cucchiaio di olio Evo e l’altro spicchio d’aglio (l’aglio potete metterlo intero oppure anche tritato, dipende molto dai gusti) fate rosolare e poi gettate in pentola i pomodori tagliati a pezzettini faCozze_Blog1te andare a fuoco alto per circa 5 min e poi sfumate con un po (anche un bicchiere) di acqua delle cozze precedentemente filtrata
-Fate andare altri 5 min e poi aggiungete la passata di pomodoro

-Dopo 10 min aggiungete le cozze e il prezzemolo tritato e mescolate per bene, se necessario se il sugo è troppo denso aggiungete altra acqua delle cozze, poi chiudete con il coperchio
-Servite calde sopra a delle fette di pane abbrustolito

Inoltre vi consiglio di accompagnarle con un bel Vermentino fresco o un Carignano rosato, dalla Gallura al Sulcis c’è l’imbarazzo della scelta, a voi trovare il vostro preferito, se avete un ospite importante però io vi consiglio di puntare sulla Cantina Siddura con MAÌA Vermentino Superiore DOCG di Gallura il successo è assicurato!!

BUON APPETITO (Fabio)

 

Se siete lontani dalla Sardegna sul nostro negozio On-Line potete trovare vari Prodotti Tipici Sardi – clicca sulla foto per andare al negozio

 

Olio extra vergine Nughes

Olio extra vergine Nughes

Semola di grano duro sardo

Semola di grano duro sardo

Siddura_Spera

Vini bianchi e rosati

 

0
WhatsApp chat