Oggi proponiamo la Ricetta Tradizionale degli Amaretti Sardi

La Ricetta Tradizionale degli amaretti Sardi tramandata dalle nostre nonne.

Tutti conosciamo gli Amaretti Sardi, senza dubbio il dolce tipico sardo più conosciuto e tra i più richiesti. La preparazione è abbastanza semplice e si possono preparare in circa un’ora. Bisogna però fare attenzione ad un paio di particolari per ottenere un risultato ottimale. Ecco i nostri consigli per la Ricetta Tradizionale degli Amaretti Sardi.
Il primo è quello di pelare le mandorle almeno il giorno prima per farle asciugare bene senza l’ausilio del forno che potrebbe comprometterne la qualità.

ricetta tradizionale degli amaretti sardiIl secondo passo importante consiste nella tritatura delle mandorle, passaggio semplice ma bisogna stare attenti a non scaldare troppo le mandorle. Quindi se usate un mixer o robot, che noi sconsigliamo, dovete cercare di non impiegare troppo tempo per non farle scaldare troppo perchè la farina di mandorle potrebbe diventare un burro. Frullate le mandorle in più volte senza caricare troppo il robot e fate a scatti per evitare il riscaldamento eccessivo. Il migliore a nostro avviso sarebbe un macinino a mano tipo quello del caffè.
Infine ma non meno importante è la scelta degli ingredienti, più saranno di qualità e più otterrete un risultato migliore. Sicuramente le mandorle di Sardegna grazie al clima particolare donano un sapore unico.

Se vuoi assaggiare quelli preparati in Sardegna puoi ordinarli sul nostro negozio on-line, potrai accedere al nostro negozio alla fine della ricetta.

 Ingredienti:ricetta tradizionale degli amaretti sardi

  • 500 gr. di mandorle dolci
  • 150/200 gr. di mandorle amare a seconda dei gusti
  • Tenere qualche mandorla intera per la decorazione
  • 500 gr. circa di zucchero (in base a quanto li si vuole far dolci)
  • Zucchero per la copertura q.b.
  • Le scorze di 2-3 limoni
  • 6-7 bianchi d’uovo (a seconda della grandezza dell’uovo)     

Preparazione:

  • Per pelare le mandorle bisogna immergerle nell’acqua in ebollizione per circa un minuto e mezzo.  Poi fate freddare e sbucciate con le dita o uno strofinaccio, molto importante fate asciugare bene le mMandorloandorle prima di utilizzarle come spiegato nell’introduzione. Oppure se proprio non potete aspettare fate asciugare in forno ad una temperatura di 150 gradi per 2-3 minuti.
  • Macinare le mandorle dolci e amare e poi unire lo zucchero fino ad ottenere un impasto omogeneo.
  • Sbattere gli albumi a parte senza montarli, aggiungere la scorza di limone e unire poco alla volta al composto di mandorle e zucchero. Amalgamare bene e fate riposare una mezz’oretta.
  • Dall’impasto ottenuto fate delle palline un po più grandi di una noce. Per questa operazione è meglio se vi inumidite i palmi delle mani con dell’acqua per non far appiccicare, poi rotolatele nello zucchero per cospargerle bene.
  • Mettete le palline in una teglia antiaderente o con carta forno, schiacciatele leggermente e decorate con la mandorla intera.
  • Infornate nel forno preriscaldato a 160 gradi per 20 minuti circa finché il fondo degli amaretti si dora leggermente.
  • Sfornare, lasciare freddare e servite, potete conservarli in contenitori ermetici anche per una settimana.

Consigli utili:

Per chi ha problemi di digestione è possibile far germogliare le mandorle prima del procedimento di spellatura, basta lasciarle in acqua per 12-24 ore.
Le mandorle germogliate sono più facilmente digeribili dal nostro stomaco e renderanno l’intera esperienza culinaria assai più piacevole. Nello specifico, i germogli eliminano gli inibitori enzimatici tossici permettendo l’azione degli enzimi del corpo durante la digestione.

Condividi se ti è piaciuto leggere la Ricetta Tradizionale degli Amaretti Sardi!! Infine vi ricordo chi siamo specializzati nella spedizione di Prodotti Tipici. Visitate il nostro negozio. Tante GRAZIE!! ❤❤

 

Scopri info e prezzi dei Dolci Sardi Tradizionali disponibili sul nostro Negozio OnLine

Dolci Sardi

Visita il negozio 

0