Il pane frattau chiamato anche vrattau è un piatto tipico della tradizione sarda.
Il pane carasau che è alla base della ricetta, veniva posto dai pastori che prima dell’alba andavano al lavoro, in sa “taschedda” vale a dire uno zaino di pelle, insieme a del pecorino e dell’acqua. Al tramonto, al rientro a casa, il pane così conservato si sminuzzava (vrattau/frattau) dentro la ” taschedda” e tutto ciò non veniva mai buttato, ma veniva ammorbidito nel brodo, o nell’acqua calda , condito con un poco di “bagna”, col pecorino rimasto e mangiato per cena. Queste sono le tradizioni pastorali più povere che hanno portato oggi a quella saporitissima pietanza arricchita dall’uovo in camicia.

Il pane frattau è una pietanza composta da ingredienti semplici:
– uova
pane carasau, tipico pane sardo
salsa di pomodoro
olio d’oliva
pecorino

Ecco la video ricetta semplice che vi aiuterà nella preparazione, grazie ad Archestrato1 su YouTube

A parte le uova, che consigliamo di utilizzarle freschissime, tutti gli ingredienti li potete trovare sul nostro Negozio On-Line, abbiamo preparato una confezione con spese di spedizione comprese, visibile cliccando QUI molto utile per chi ha difficoltà a trovare prodotti della Sardegna. Confezione_Ricetta

Le tradizioni sulla preparazione del piatto variano a seconda della zona, per esempio mentre nella Gallura si prepara con questi soli ingredienti, in Barbagia si adoperano anche erbe aromatiche come prezzemolo, rosmarino e cicoria per insaporire.

Una leggenda dice che venne inventato come piatto da presentare al re Umberto I: due donne per la fretta e per il ritardo, durante una visita del re in Sardegna, cercarono di arrangiarsi con ciò che trovarono per dare forma ad un piatto da porgere al monarca. Corsero a prendere della conserva di pomodoro, due uova nel pollaio, del basilico e della cipolla dall’orto e infine presero del pane dalla credenza. Prepararono in fretta e furia il tutto, disponendo il piatto in maniera frettolosa. Offertolo al sovrano, a quanto narra la leggenda, quest’ultimo gradì particolarmente la pietanza. Il nome “frattau” deriva dall’espressione “casu vrattau” cioè formaggio grattugiato, componente importante della pietanza.

 

Buon appetito e alla prossima ricetta.. ciao ciao
Fabio

0