Conoscete la Valle della Luna? E quello di assurdo che sta succedendo?

Home/News/Conoscete la Valle della Luna? E quello di assurdo che sta succedendo?

L’articolo sul quotidiano on-line olbia.it riporta la denuncia di un circolo politico, chiamiamolo proruspa per non fare nomi..
“da più di quarant’anni, una comunità di figli dei fiori vive nella cosiddetta Valle della Luna, seguendo i dettami della ruvida e maestosa natura circostante; d’estate il gruppo diventa più folto, per via dei numerosi campeggiatori, ma durante il resto dell’anno resiste solo il nocciolo duro della comunità. Il circolo denuncia questa situazione, affermando che la comunità impedisca la fruibilità del luogo, e produca un degrado per via del campeggio abusivo; inoltre, continuano i rappresentanti, ci sarebbe un problema di distruzione dell’ambiente e delle grotte naturali, ad opera degli abitanti che le avrebbero trasformate in vere e proprie abitazioni, deturpandole o compiendo abusi edilizi. Ogni anno, soprattutto in estate, le forze dell’ordine effettuano sopralluoghi battendo a tappeto tutta la zona, ma secondo il circolo questo non basta..” (olbia.it)

Ma ci siete mai stati alla Valle della Luna?

Così Ilaria Serra che ha visitato personalmente il luogo racconta la sua esperienza protestando contro queste azioni a dir poco ridicole.
Sono Stata alla valle della luna qualche mese fa, capitata li per caso. Mi hanno accolta come una figlia, offerto il caffe e portata a visitare la zona. Quindi non parlatemi di impedimento alla fruibilità del luogo. Non ho trovato nessuna inciviltà da parte dei residenti. Mi hanno raccontato cosa fanno durante le loro giornate, del loro amore per la natura, del perché sono arrivati fino a li. sono persone con situazioni alle spalle disperate che hanno trovato finalmente un luogo di pace. tutte le mattine loro puliscono la valle dall immondizia che i VISITATORI lasciano in terra. Per abitudine e inciviltà, lo ammetto, ho buttato una sigaretta in terra e sono stata ripresa. Quindi non venitemi a dire che il problema è il degrado. Mi hanno fatto vedere le loro “case” come dite voi…nient altro che grotte dotate di qualche comfort che sicuramente non è quello della tv, del riscaldamento o della cucina che avete voi. Non hanno cambiato ne deturpato ciò che la natura gli ha offerto ma bensì ci convivono in armonia e prendono quello che il mare gli porta per fare un posacenere o quello che il vento gli porta per fare una statuetta. Quindi non parlatemi nemmeno di abuso edilizio. Avete mai parlato con un abitante della valle della luna? l avete mai guardato negli occhi? gli avete mai chiesto di raccontarvi la loro storia? o vi siete fermati solamente a guardare i suoi capelli e i suo vestiti mentre scendeva a piedi in paese per fare la spesa e passava di fronte al bar dove voi uomini com risvoltini e donne con le unghie laccate stavate sorseggiando uno spritz e scorrendo nella home del vostro i-Phone? La verità è che siete dei bigotti, andate tutte le domeniche in chiesa e poi al vostro vicino gli sputate in faccia. Cosa vi brucia? che loro abbiano trovato la felicità?Se volete cacciarli via almeno cercate delle scuse migliori.
IO STO CON GLI ABITANTI DELLA VALLE DELLA LUNA.
Per favore aiutatemi a divulgare questo messaggio. Condividete e chiedete di condividere in modo che chi non sa sappia…e chi non capisce capisca. Grazie. (Ilaria Serra)

Potete anche raccontare la vostra esperienza e le vostre foto per sostenere la Valle, aderisci al gruppo pubblico Facebook
IO STO CON GLI ABITANTI DELLA VALLE DELLA LUNA

Valle

(Foto by Brolyna Photographer)

Consigli per gli acquisti di Prodotti Tipici Sardi
(Spedizioni a domicilio)

 Aperitivo_Art

2016-11-09T08:43:21+00:00

33 Commenti

  1. Antonio giugno 24, 2016 al 2:19 pm - Rispondi

    Grande,come cuore dei valliggiani,che la preservano da schifose speculazioni!!!

  2. Fabio giugno 24, 2016 al 3:12 pm - Rispondi

    Esatto Antonio!!

  3. Maria Vittoria giugno 25, 2016 al 5:24 am - Rispondi

    Anch’io credo che la Valle debba continuare ad essere così com’è. Se c’è rispetto per la natura e per i visitatori che problema c’è? Io non ci vado da tanto, ma quella è una realtà che veramente ti unisce, senza barriere e preconcetti…un luogo di libertà assai raro!

    • Fabio giugno 25, 2016 al 12:09 pm - Rispondi

      Grazie del supporto Maria!!

  4. Loredana giugno 25, 2016 al 6:06 am - Rispondi

    Condivido a pieno le parole di Ilaria Serra. ho fatto la stessa identica esperienza .

    • Fabio giugno 25, 2016 al 12:20 pm - Rispondi

      Grazie Loredana, se vuole può aiutarci raccontando la sua esperienza alla Valle, può mandarci il testo e foto via mail a: fabio@tesorisardi.com
      La pubblicheremo sul blog per far conoscere la realtà dei fatti.
      Saluti

  5. luigi Patorno giugno 25, 2016 al 11:57 am - Rispondi

    Se così e’ , quale è il problema?se non altro , oltre a preservare la zona impediscono ai Berlusconi di turno di deturpare e rovinare quello che Dio ci ha regalato .

    • Fabio giugno 25, 2016 al 12:07 pm - Rispondi

      Verissimo, questa volta vogliamo risolvere una volta per tutte.. ci saranno delle novità.
      Grazie del supporto Luigi!!

  6. Claudio usai giugno 25, 2016 al 1:15 pm - Rispondi

    Tutto quello che scrive Ilaria serra e verissimo, io abito a santa Teresa e quei pochi residenti della valle fanno di tutto per tenere il posto dove vivono pulito, brava Ilaria bellissimo articolo, io sto con gli abitanti della valle

  7. angela atzeri giugno 25, 2016 al 1:55 pm - Rispondi

    i soliti stronzetti che parlano, fateci vedere le foto degli abusi edilizi se le avete..

  8. Filippo giugno 25, 2016 al 5:16 pm - Rispondi

    Unica e speciale w la valle della luna

  9. Eugenio giugno 26, 2016 al 1:22 am - Rispondi

    Ma bensì non si dice. O usi ma oppure usi bensì

  10. Riccardo Orsini giugno 26, 2016 al 5:03 am - Rispondi

    Probabilmente il vero problema è che qualcuno ha deciso che è ora di fare una bella speculazione su quel posto e sono partite le operazioni di “privatizzazione”. Okkio che la valle è in pericolo !

  11. m giugno 26, 2016 al 6:44 am - Rispondi

    stiamo completando il percorso di solidarieta’

  12. gi giugno 26, 2016 al 8:37 am - Rispondi

    Tutto molto veritiero! Unica nota stonata spesso sono gli incivili figli di papa con la carta di credito che si riversano nel periodo di agosto, rovinando l’armonia creata negli anni dai così detti stanziali..in questo caso Si, la natura viene violentata..e la pazienza di chi ci vive tutto l’anno viene messa a dura prova!!! provare per credere..

  13. pier giugno 26, 2016 al 11:19 am - Rispondi

    Ci sono stato una notte nel lontano 1982 e ho passato sicuramente uno dei momenti migliori della mia vita.Mi sono sentito a casa.Dice bene la lettera, se volete mandarli via trovate delle motivazioni plausibili.Sarebbe un controsenso mostruoso pensare che una persona che ha deciso di vivere nella natura non ci tenga al benessere della natura stessa.

  14. virginia giugno 26, 2016 al 2:23 pm - Rispondi

    Passi da capotesta, dove una marea di carne umana si graticola al sole in improbabili mise modaiole sgomitando x pochi cm di spazio sulla sabbia o nel mare (che lí, si sa, ci vanno pure i vips…), percorri il sentiero che si fa via via piú aspro di un’asperitá isolana che affatica e ripulisce, e all’improvviso il paesaggio si apre e davanti a te la valle, e quella sensaziine di trovarti in un luogo dove flussi potenti di energia preustorica scorrono tra le rocce levigate, come viagguare bel tempo, la sensazione che uno pterodattilo attraverserá quelk’aria immobile da un momento alk’altro, suggestioni aliene e quel sentirsi a un passo dal comprendere il mistero del mondo, o sentirsene finalmente parte.
    Peró certo:se non c’é un bell’autogrill né il wi-fi non puó chiamarsi zona civilizzata…

  15. Mauro giugno 26, 2016 al 2:31 pm - Rispondi

    Ho dei bei ricordi, non il totem, da ragazzino alla mia prima stagione di lavoro in costa, con due amici più grandi di me, l’emozione e l’imbarazzo di aver visto per la prima volta delle persone nude e disinvolte, una serata a pancia a terra. Le altre volte avevo già capito che era un modo naturale per stare con gli altri a sentire musica da chitarre, tamburelli e flauti, condividere il riso o la pasta che portavamo ai ragazzi dei fiori per bere vino e scambiare le varie impressioni sul bello della vita, della natura, parlando dei sentimenti e dell’amore; lingue, sapori e profumi diversi ma tutti in sintonia, era un appuntamento che si ripeteva ogni luna piena, circondati dalle ombre della luna e dai bagliori dei piccoli falò, nei ricordi, quella gente aveva un grande rispetto per il posto e per gli amici che andavano a trovarli, per condividere un posto unico lontano dal consumismo, bellissimo.

  16. carla giugno 26, 2016 al 7:54 pm - Rispondi

    L’esperienza di Ilaria l’ho vissuta piacevolmente, diverse volte, nei primi anni novanta. Ricordo che anche in quegli anni gli abitanti della valle, vivevano le stesse problematiche….il nodo è sempre lo stesso : il Terrore della Diversità!…OGGI ANDARE CONTRO LE DIVERSITà( nel significato piu’ ampio del termine) parrebbe andato di moda…

  17. Bruno olla giugno 26, 2016 al 11:56 pm - Rispondi

    Brava Ilaria Tanto di Capello!!!! È si purtroppo a qualcuno gli brucia ! Non sono capaci a vivere e lasciar vivere, ce sempre qualcuno che deve cercare qualche scusa per poter attaccare , ma non hanno capito che grazie a loro ,la Valle e sempre pulita e , queste persone che ci vivono sono come guardiani, anzi il comune dovrebbe pagarli, per tenerla così pulita , non cercare di cacciarli.. cmq e sempre allarme rosso….Non tocca temi la Valle della luna, e chi ci vive.Non rovinartela , e così bella ? Toccare la Valle della luna e come far male a centinaia e centinaia di cuori di tutto il mondo. Perché la Valle della luna e conosciuta dappertutto . Ci perderete in qualche modo .grazie a Ilaria e a tutti coloro che la sostengono.grazie

  18. Bruno olla giugno 27, 2016 al 12:07 am - Rispondi

    Ci sono stato , e mi sono commosso dopo aver visto questa incantevole Valle della luna, e quando si ha un tesoro come questo ,va custodito,come fanno quelle poche persone che ci vivono .se volete fare una cosa buona ,pagargli, e lasciateli vivere la loro vita .grazie .Bruno

  19. Alex Piras giugno 27, 2016 al 9:01 am - Rispondi

    grande il tipo della foto è un mito se ricordo bene viveva in terza valle dentro una grotta a cui si accede dall’alto lo avevo conosciuto persona squisita!!

  20. Aldo giugno 27, 2016 al 2:23 pm - Rispondi

    “Forse è proprio questo l’Eden, e della spiritualità e, paradossalmente, del preconcetto. Un’officina naturale dove la ruggine interiore viene spazzata via dal maestrale. Le porte della percezione conducono qui!
    Certe polemiche su questo luogo, dettate appunto dal preconcetto, rappresentano quella metà del Mondo che non si fa i cazzi suoi! Il peggio del peggio!! Peggio persino di Renzi! 😀 ahahah!”

  21. ladia comunita naturale giugno 27, 2016 al 6:00 pm - Rispondi

    Buon giorno buona sera tutt,mio nome e Lada,ho fato 4 anni valle della luna,non mi fate ridere.Anni potuti cambiare tanti le coze(non credo tanto).Federico io ti auguro tanta forza con cuore e 100%aperto.

  22. ladia comunita naturale giugno 27, 2016 al 7:09 pm - Rispondi

    Buon giorno buona sera tuti,mio nome e Lada,ho fato 4 anni valle della luna,non mi fate ridere.Anni potuti cambiare tanti le cose(non credo tanto).

  23. paola giugno 27, 2016 al 10:31 pm - Rispondi

    I sardi con le capanne. o i loro accampamenti precari e stagionali molto spartani hanno fatto si che le nostre spiagge non fossero deturpate. Forse vogliono mandare via la gente dalle grotte per farci un mega albergo e cementificare anche li .

  24. Gianluca giugno 28, 2016 al 10:50 am - Rispondi
  25. gisela y edu (barcelona) giugno 28, 2016 al 11:13 am - Rispondi

    Mundo espiral
    Visitamos el año pasado con mi pareja estuvimos viviendo un mes …la gente maravillosa…note un cierta desilusion en sus ojos. ..puesto que limpian las calas y viven junto ala natura pero de repente te levantas y te encuentras un maldito yate en esas aguas hermosas anclado su ancla y estropendo el fobdo marino a menos de 100 metros de la costa….y a estos con dinero nadie les hace critica??? Pues gracias ala gente del valle aun se perserva….hay que decir y lo digo clarito que no todos los que van de alternativos y se quedan todo el verano son gente honrable pues mucgos de ellos dejan la cala como un verdaderos cagadero por suerte algunos limpiamos la mierda de otros….nosotros volvemos este año. Ofreceremos yoga en la playa…estamos en comunidad con la natura….agradezco eate lugar y las personas que lo protegen y lo mantienen vivo

  26. Giovannaelena luglio 1, 2016 al 9:36 pm - Rispondi

    Finalmente degli ecologisti che amano la natura e la rispettano pienamente davvero ammirevoli ,non si puó avere per tali persone altro che rispetto .io sono con loro ❤️????

  27. Giada agosto 11, 2016 al 4:26 am - Rispondi

    Io ci sono stata e mi sono innamorata della valle della luna ero con mia zia e mi ha fatto vedere la grotta dove lei ha abitato da giovane i miei figli sono rimasti incantati …anche mia mamma e mio papà hanno abitato li da giovani erano figli dei fiori ,purtroppo mio papà è morto da 20 anni aveva 36 anni e io sono convinta che la sua anima vaga x quella valle quindi nessuno deve toccarla

  28. Tiziano agosto 20, 2016 al 10:27 am - Rispondi

    Condivido da quanto detto da Ilaria Serra. Purtroppo è l’ignoranza e l’incapacità di molti essere umani di riuscire a guardare oltre le apparenze. Per cui non riuscendo a comprendere ne hanno paura e cercano di distruggere tutto ciò che credono sia un pericolo per il loro modo di vivere e credere. Io non sono stato ancora nella valle della luna, ma spero di poterci andare per agosto 2017. Intanto anchio sono con tutti voi IO STO CON GLI ABITANTI DELLA VALLE DELLA LUNA.

Scrivi un commento